/v/ - Giochi e videogiochi

Nome
Email
Messaggio
File
Password (Per rimozione del file)
Limiti: Caratteri: 7200
Numero massimo file: 10
Upload massimo supportato: 20MB
Lunghezza massima video: 5 minuti

Vai in fondo ] [ Torna ] [ Catalogo ]   [Archivio temporaneo] — 


File: 1663783893588.jpeg (224.52 KB, 1000x600, suìccia prò.jpeg)

 No.188

Riassumiamo la situazione sulla prossima console Nintendo, cosiddetta "Switch Pro" o "Switch 2".

Chipset: nVidia Tegra 239, versione supercustom esclusiva Nintendo del Tegra 234 Orin:
- 8-core (con forse +4 core a basso consumo)
- classe ARM Cortex A78C
- GPU Ampere modificata (con almeno 2048 CUDA più alcune feature delle GPU Lovelace)
- RAM a basso consumo LPDDR4x
- supporto DLSS 2.2 e raytracing

Non l'ultimissima generazione di tutto, ma certamente più collaudata dell'architettura ATLAN/Lovelace, e possibilmente ingegnerizzata per il risparmio energetico sotto grossi carichi di lavoro (gaming).

Le modifiche per il supporto del T239 sono già state inoltrate al kernel Linux, anche se è possibile che per motivi di compatibilità e di requisiti software già consolidati da tempo, si continui a usare il lercio BSD.

In linea di massima è ragionevolmente 5-6 volte più potente della Switch attuale (con Tegra X1 a 1 GHz), cioè grosso modo sui 2.5 TFLOPS, un filino superiore ad una PS4 e comunque superiore alla Steam Deck (il che le consentirebbe il port di tutti i titoli moderni).
La presenza del DLSS implicherebbe 2k/60 in modalità a batteria e 4k/60 (simulati bene, non reali) in modalità docked.

(Da notare che la PS5 è grosso modo 5 volte più potente della PS4, per cui Nintendo - come da sua tradizione - intende competere sulla giocabilità anziché sulla bruta potenza di calcolo; il fattore portabilità è peraltro impossibile a Xbox e Playstation - a meno di merdine come la PS Portable e Vita - proprio per questioni di potenza e di energia richiesta).

È ragionevole sperare sulla compatibilità dei giochi (i giochi del Nintendo DS furono giocabili sui vari DS Lite, DSi, 3DS, e sull'ultimo 3DS), resta da vedere il modello commerciale che applicheranno ai giochi e DLC già comprati dai possessori della Switch. C'è purtroppo da aspettarsi che per indorare la pillola il marketing tenterà merdine tipo "ooh, avete finalmente un browser, uuh, avete finalmente un sistema di chat, iiih, avete finalmente l'email, aaah, guardate, perfino un player di files MP3 per la vostra musica preferita!"

C'è da aspettarsi che non vorranno fare concorrenza a Steam Deck, un progetto carino ma con poco orizzonte (oltre che costoso e pesantuccio), tanto più che il prezzo target della nuova console Nintendo dovrà tassativamente restare nella canonica finestra dei 299-399$. Gli avanzamenti di tecnologia in fatto di batterie e chipset consentiranno il salto senza troppi problemi e di indurre molti dei vecchi clienti a upgradare. La vera incognita è dunque sui controller (il marketing è sempre tentato di inserire qualcosa che "dopo un po' si rompe così comprano il replacement anziché reclamarlo in garanzia o fare class-action", e andrebbero fucilati sul posto visto che questa mentalità è truffaldina).

Resta da capire solo il momento dell'annuncio, che tecnicamente sarebbe "adesso", perché sono cinque anni e mezzo dal rilascio della Switch originale (marzo 2017), e sarebbe il momento ideale per far partire le vendite a novembre e incassare il bombardone natalizio.

Oppure annunciare in concomitanza delle feste natalizie per far partire le vendite da marzo 2023, esattamente ai sei anni di distanza (il tipico ciclo di vita di una console grossa).

 No.189

La comprerò al day1 senza mai aggiornarla giusto per avere una console haquerabile con softmod

 No.190

>>189
Reminiscenza che l'hackerabilità della Switch originale fu dovuta ad un bug particolarmente subdolo e difficile da identificare (per i progettisti) nell'unica minuscola sezione (512 bytes del boot-ROM) che non poteva essere aggiornata in alcun modo.

La nuova Switch, memore di quell'Epic Fail, sarà stata arci-super-controllatissima da questo punto di vista, poiché la pubblicazione dei bug e dei tentativi di glitching dà una catasta di informazioni a Nintendo sulle vulnerabilità da coprire bene.

È ragionevolmente pensabile che la primissima ondata di nuove Switch2 abbia qualche vulnerabilità, ma non è detto che siano tali da renderla homebrewabile come la Switch originale (su cui peraltro il glitching e l'ambaradan vanno rifatti ad ogni reboot).

Benvenuti nel futuro, ragazzi! Siamo finalmente nell'epoca dove la pirateria è diventata una roba complicatissima per esperti che hanno un sacco di tempo libero, sempreché ci sia un minimo spiraglio. Come siamo messi a homebrew per la PS4? Xbox? PS5? eh?

 No.192

Dai Nintendo, esci 'sta nuova Switch e pìgliati i miei soldi!

 No.482

File: 1715084317038.png (446.19 KB, 960x836, ClipboardImage.png)

SINIORI

nota: a differenza degli USA, in Giappone l'Anno Fiscale termina il 31 marzo.

 No.483

>>188
>Chipset: nVidia Tegra 239, versione supercustom esclusiva Nintendo del Tegra 234 Orin

Orin è stato annunciato a marzo 2018
Dunque il T239 è tecnologia "ultima generazione" solo nel 2019-2020.

Dopo Orin c'è il Grace (T241, architettura Ampere, A78AE) annunciato a marzo 2022
Sei mesi dopo il Grace veniva annunciato Thor (T264, architettura Blackwell, NeoVerse V3AE "Poseidon", con supporto DDR5, PCIe gen6, CXL 3.0, 4 nanometri, classe ARMv9.2-A), letteralmente l'ideale per una piattaforma di gaming portatile, un fracco di potenza e di I/O e di grafica.

Il problema è che Thor è stato finalizzato solo due mesi fa.
E il sospetto è che il redesigning sia stato al massimo fatto sul Grace, che sarà ancora decente ma è tecnologia già di due anni fa, di una console che fra un anno non sarà ancora disponibile.

È comprensibile che nel 2015 annuncino una console con tecnologia del 2014 (che hanno acquisito in anteprima in quanto grosso cliente, e hanno avuto un anno di tempo per finalizzare sviluppo e test), e che a Natale 2015 sia sul mercato.

Ma rilasciare a Natale 2025 una roba che era nuova a marzo 2022 (se non addirittura nel 2019)… è poco meno che un suicidio, perché non c'è né l'alibi dei consumi, né l'alibi della disponibilità in grandi volumi.

Ho il sospetto che ilmarketing Nintendo voglia fare qualche cazzata atroce ("vi daremo i giochi in QUATTROCAPPA!!!", estiqaatsi!, dateci i full hd 60 su tutti i giochi vecchi e nuovi e saremo tutti felici, il 4k/30 tientelo per fare vlogging politico/religioso mentre sei seduto alla scrivania della tua polverosa biblioteca).

 No.484

File: 1715091918788.png (2.44 MB, 1242x1650, ClipboardImage.png)


 No.485

Potrò modificarla/moddarla?
Potrò tabularasarci la SSD e metterci su Windows/Arch/LineageOS?
Potrò metterci su ogni emulatore possibile ed esistente con prestazioni decenti?
Potrò metterci su Moonlight e strimmarci il PC come sulla PSVita?
Potrò cambiarci la RAM e/o l'SSD?
Potrò appaiarci il mio DS4 (il layout della Switch è fin troppo ritardato e i joycon non durano un cazzo sia di batteria sia di qualità dei materiali)?
Potrò sostituire le cartucciiiiine con un adattatore MicroSD dove metterci su tutte le ROMmiiine/ISOiiiine del mondo?
No?
Allora che la prendano e se la ficchino tutta su per il culo

 No.486

>>485
>Potrò modificarla/moddarla?

No.
Così come non puoi farlo con i prodotti Apple, i Surface Microsoft, le stampanti HP o Epson, le cuffie Sony o la Playstation, neppure il tuo telefonino Wiko da 39€.

>Potrò tabularasarci la SSD e metterci su Windows/Arch/LineageOS?


No.
Tranne -forse!- sul cellulare, sempre che non abbia il bootloader lockato.

E sai perché? Perché quelle merde - Apple, Epson, HP, Sony, ecc. - vogliono venderti non l'hardware, ma l'intero ecosistema. Cioè l'hardware è solo un aggeggio che serve a farti pagare altre robacce.

>Potrò metterci su ogni emulatore possibile ed esistente con prestazioni decenti?


No, a causa del punto precedente.
Non ti stanno vendendo "un hardware" ma un "ecosistema", una "experience", una

>Potrò metterci su Moonlight e strimmarci il PC come sulla PSVita?


No.
Talvolta, con procedure piuttosto complicate, qualcuno riesce a jailbrekkare qualcosa, e magari ti togli qualche sfizietto. Ma un aggeggio da centinaia di euro che è meno performante di un vecchio Celeron, usato solo per strimmare, è un po' una cagata, è come comprare una Ferrari solo per usarne la ceneriera.

>Potrò cambiarci la RAM e/o l'SSD?


No, perché saldare entrambi su piastra è molto più economico che mettere degli slot accessibili dall'utente.

>Potrò appaiarci il mio DS4 (il layout della Switch è fin troppo ritardato e i joycon non durano un cazzo sia di batteria sia di qualità dei materiali)?


No, tranne se Nintendo ammattisce e ti autorizza.

>Potrò sostituire le cartucciiiiine con un adattatore MicroSD dove metterci su tutte le ROMmiiine/ISOiiiine del mondo?


No, perché a loro non conviene che l'utente sappia che i giochi sono una banale directory con dei files dentro.

>No?

>Allora che la prendano e se la ficchino tutta su per il culo

Bravissimo, tu sì che vai bene.

Io in vita mia non ho mai speso un centesimo per i videogiochi.

Però ora - sarà la vecchiaia - propenderei per comprare la Switch Pro.
Più esattamente, propenderei per comprare l'Ecosistema.
Cioè metto in budget milleuri:
- 300 per la Swicce
- 100 per un controller iperpotente
- 600 per una decina di giochini top-tier, non certo le merdine di Super Mario
- 0 euri per abbonamenti e DLC.

Milleuri, con una Playstation, cosa ti danno?
Milleuri, con una Xbox, cosa ti danno?

Appropò, la Switch è portatile, durante due ore di viaggio in autobus e con le cuffie, me la godrei selvaggiamente, mentre gli altri viaggiatori, proprietari si PS e Xbox, passano il tempo sul cellulare a scrivere nei forum "orpo ma quantebbella la mia console che c'ho a casa, non vedo l'ora di tornare a casa per giochicchiare".
E mi guardano con invidia.



[Post a Reply]
Elimina post [ ]

[Nuova risposta]
Vai in cima ] [ Torna ] [ Catalogo ]