/mm/ - Multimedia

Tutto ciò che è multimediale
Nome
Email
Oggetto
Messaggio
File
Embed
Password (Per rimozione del file)
Limiti: Caratteri: 7200
Numero massimo file: 10
Upload massimo supportato: 20MB
Lunghezza massima video: 5 minuti

Vai in fondo ] [ Catalogo ]  [Archivio temporaneo] — 


File: 1706729265713.png (1.9 MB, 1197x1281, 1694597545349-1.png)

 No.416[Rispondi]

Secondo anon quanto é meme la musica classica?
3 post e Una risposta con immagine omesso. Premi rispondi per mostrare.

 No.421

>>417
Primo post miglior post.

 No.422

>>421

pianista un po' troppo sborone ma interpreta bene.
orchestra un pochino timida e tranquilla (dovrebbe invece osare di più ed essere più inquieta), ma forse è perché suonano all'aperto.

>bei tempi, quando Abbado dirigeva la Berliner Philarmoniker

 No.423

>>422
Non è un po' sborone, è supermega sborone. Fa sempre quei ridicoli gesti che imho tolgono profondità all'esecuzione.
Comunque è tra i migliori esecutori al mondo, quindi si può sopportare anche una certa melodrammaticita non richiesta.

 No.424

A me piace
Non correlato, De Luca
https://www.youtube.com/watch?v=x51-D3SLF0o

 No.425

>>424
Eh ma perché posti robe OT? Non è /b/, apri un altro filo.



 No.413[Rispondi]

Il testo cazzo.


File: 1680431885823.mp3 (4.2 MB, partyhard.mp3)

 No.57[Rispondi]

MP3 da tener sempre nel cellulino per rincuorarsi durantei quei lungherrimi e fastidioserrimi viaggetti nell'interregionale mentre la connettività internet funziona malissimo.
47 post e 44 risposte con immagini omesso. Premi rispondi per mostrare.

 No.320

File: 1694202730417.mp3 (1.22 MB, Moldava.mp3)


 No.330

File: 1695152421639.mp3 (310.22 KB, tenebrarum.mp3)


 No.332

File: 1695241815762.mp3 (2.56 MB, bolzano vs napoli.mp3)


 No.406

File: 1704835817988.mp3 (1.94 MB, dontandstand.mp3)


 No.407

File: 1704875912221.mp3 (941.81 KB, dreamofladynan.mp3)




 No.402[Rispondi]

È davvero musica quella che si sente negli estratti in questo video o non sanno più dove andare a parare perché il top si è raggiunto, diciamo, negli anni 60-70 del Novecento?

 No.403

File: 1703970167955.png (174.66 KB, 348x459, ClipboardImage.png)

è musica moderna, cioè merda

 No.404

File: 1703970324579.png (962.62 KB, 1070x984, ClipboardImage.png)

>>402

pensa poi a che malattie mentali devono avere quelli che suonano quella robaccia dopo averla imparata esercitandosi a lungo



File: 1696968621494.jpg (217.18 KB, 880x1200, 1696962119475332.jpg)

 No.370[Rispondi]

 No.371

Non ironicamente si vede lontano un kilometro che non ci hanno messo le mani Netflix o Disney

 No.372

Sembra una roba a la ladybug e chat noir.

 No.398

non capisco, perché non continuare con lo stile della serie franco-canadese?

 No.399

>>370

- la thotta
- il frùfrù
- il negrone chaddone
- il macchintoscio del 1984 con centoventotto chilobaite di ramme



 No.394[Rispondi]

I suoi film "realisti" fanno abbastanza cagare.

 No.395

Hanno finito di spammare il film della Cortellesi e ora ricominciano con questo?



 No.393[Rispondi]

Cosa pensate della sitcom Parks and Recreation?


File: 1696852933135.jpg (520.56 KB, 1993x1527, 1396078261-teatro.jpg)

 No.363[Rispondi]

Anon va a teatro? Qual è l'ultimo spettacolo che hai visto? Ti è piaciuto? Apprezzi il teatro contemporaneo e gli allestimenti contemporanei di roba classica?

Io sono andato a teatro due volte in vita mia:

- Con la scuola a vedere una riduzione di La tempesta
- Quando hanno regalato un biglietto a mia madre per uno spettacolo del Gabibbo

Non mi ricordo niente di entrambe le occasioni.

Mi piacerebbe andare a teatro ma non so da dove iniziare. Il fatto è che non vorrei buttare via troppi soldi prima di trovare qualcosa che mi piace. Sempre se il teatro non è morto come dice, se non sbaglio, Balasso.

 No.364

In ordine sparso ho visto un paio di volte Fo, uno spettacolo simil-monologo con Mastandrea e Aprea, Sogno di una notte di mezz'estate, ho visto l'Aida a Verona, qualche adattamento di Calvino, Macbeth, poi boh non ricordo altro ma sicuramente altre piccole cose l'ho viste.
Niente di che, comunque.

 No.365

Lo scorso anno sono andato a vedere il Barbiere di Siviglia e devo dirvi che pensavo di scoglionarmi e invece mi sono divertito molto

 No.382

Sono andato al Lido a Parigi, non so se si può definire teatro. Poi sono andato a vedere lo schiaccianoci a San Pietroburgo. Belle esperienze.



 No.380[Rispondi]

Sorriso a denti stretti


File: 1696461068621.jpeg (202.42 KB, 960x1440, images.jpeg)

 No.351[Rispondi]

Paz! (2002)
Fortezza Bastiani (2002)
Tutti giù per terra (1997)

Sapete cosa sono questi? Forse li avete sentiti nominare, forse avete visto qualche scena su youtube, forse li avete visti per intero. Ebbene sì, questi sono film, ma non film qualunque.
Possiamo dire che fanno parte di uno stesso filone. Trama, sceneggiatura e regia sono vagamente identici: siamo in una città universitaria dell'italia settentrionale, i protagonisti sono studenti fuoricorso in qualche corso di laurea umanistico con pochissimi sbocchi (filosofia, DAMS, antropologia…). Sono dei falliti, degli inetti, sempre svogliati, che basculano fra l'autocommiserazione e il disprezzo per la società che li circonda, ritenuta retrograda e non degna del loro immenso genio. Esatto, stiamo parlando del millenial per eccellenza, lanciato dall'amorevole famigliuola verso un futuro roseo da filosofo delle pubbliche relazioni alla Fiat, senza però aver trovato riscontro nella cruda realtà.

Altri temi ed elementi simili sono: l'orientamento politico del protagonista, sempre di sinistra estrema, il suo voler evitare la leva a tutti i costi (tutti i film dedicano buona parte del minutaggio a questa sottotrama), le droghe leggere (per rilassarsi), la musica, principalmente roba dei CCCP e simili, e cover "punkeggianti" delle sigle dei cartoni del sabato mattina. Le ambientazioni sono generalmente fatte per dare allo spettatore una sensazione di sporco, di grezzo, un trilocale di Bolognina con 5 studenti unti di sebo e fatti di canne diventa all'improvviso un palco dal quale studiare la psiche del giovane complessato.

C'è un qualcosa di estremamente degradante, disagiante nel vedere questi film. Rappresentano come il ventenne di fine anni 90/inizio anni 2000 immaginava se stesso: un rivoluzionario fallito, un eroe tragico incompreso a cui tutto è dovuto. È palese che egli non sia nulla di tutto ciò, ma c'è comunque la volontà di farlo passare come vittima di un sistema che abusa della sua immensa creatività.

Inquietante è pure il fatto che di film così ne abbiano fatti più di uno nel giro di poco tempo, vuol dire che dovevano piacere ad una buona fetta di pubblico, che probabilmente si immedesimava nei personaggi, risuonando nella loro stessa miseria. Un genere nato per dare soddisfazione ad una generazione di falliti.


Lo trovo un fenomeno interessante, da analizzare nel dettaglio.
5 post e 2 risposte con immagini omesso. Premi rispondi per mostrare.

 No.359 RABBIA!

Mamma mia quanta pesantezza, si vede che sei sempre stato l'anima della festa, neh?

 No.360

File: 1696603589183.jpg (159.83 KB, 420x595, locandina.jpg)

>>357
'Orca miseria e invece via zanardi 33 mi manca, devo assolutamente rimediare.
Lavorare con lentezza non l'ho messo perché parla dei '70.
Mi ero dimenticato pic relata, film stupendo imho.

 No.361

>>355
Sì, in effetti anche gli attori sono tutti gen x, anche se credo che questi film abbiano influenzato di più la generazione immediatamente successiva

 No.362

Sono dell'85 e non ho visto nessuno di questi film.

 No.369

>>362
Credo che li troveresti molto interessanti.



Elimina post [ ]

Vai in cima ]  [ Catalogo ]  — 


[1] [2] [3] [4] [5] [6]