/biz/ - Affari (seri)

Non solo criptovalute
Nome
Email
Messaggio
File
Password (Per rimozione del file)
Limiti: Caratteri: 7200
Numero massimo file: 10
Upload massimo supportato: 20MB
Lunghezza massima video: 5 minuti

Vai in fondo ] [ Torna ] [ Catalogo ]  — 


File: 1660832779401.jpg (95.28 KB, 466x420, 1611430404122.jpg)

 No.85

Come da titolo, sono un ignorante totale del mondo /biz/zarro, vorrei almeno capire in maniera fattuale come funziona questa roba degli "investimenti".
Cioè in maniera pratica, in cosa consiste fare un investimento finanziario? Non criptovalute, ma un classico investimento in titoli e roba così.
Il mio livello di ignoranza è abissale, quindi per cominciare volevo capire nella pratica vera e propria in cosa consiste fare un investimento.
Devo andare in banca a farmi truffare da un impiegatuccio?
O posso fare da me creando account su una piattaforma?
Non voglio farla lunga, ma pensavo se fosse il caso di prendere una piccolissima parte di miei risparmi e provare a investirla in compagnie che si occupano di cura per il cancro, per motivi che ora non vi sto spiegare.
Potreste farmi un esempio pratico di cosa si deve fare?
Non ho voluto chiedere su 4chan perchè mi sembrava troppo dispersivo.
Grazie ai /biz/anon che avranno pazienza di rispondermi.

 No.86

Funziona tutto come con gli NFT: compri qualcosa di immateriale (azioni, obbligazioni, ecc.) nella speranza di rivenderlo a prezzo più alto prima di ritrovarti in mano "aria fritta". La differenza è che gli NFT ti truffano di più (il che non significa che il mercato azionario, obbligazionario, ecc., sia onesto).

Alcuni prodotti finanziari hanno una qualche forma di guadagno intermedio (interessi, "dividendi", ecc.), a volte prevedibile, a volte imprevedibile. Altri avevano senso - una volta - perché rappresentavano un qualche potere (le "azioni" di una società determinano chi la possiede; quindi se hai il 50%+1 di azioni ne sei virtualmente il padrone, perché detieni la maggioranza della proprietà). Altri prodotti avrebbero pure un sottostante "materiale" (i futures che consistono ad esempio nel comprare un raccolto agricolo a un prezzo fisso ancor prima che venga seminato, nella speranza che al momento del raccolto i prodotti siano abbondanti e/o aumentati di valore; ovviamente le oscillazioni dei prezzi consentono di far compravendita di futures anche senza sapere se e quale "sottostante" ci sia). Altri prodotti - la maggioranza - sono robe assurde, come i credit default swap (paghi per diventare curatore fallimentare di un'azienda o di una nazione: praticamente scommetti sul loro fallimento, e magari sotto sotto hai i mezzi per provocarlo), gli hedge fund (fondi basati sulle variazioni di altri fondi, a loro volta basati sulle variazioni di altri fondi… non sai esattamente cosa stai comprando, speri solo di cavarne guadagno).

Dunque il metodo è buy low, sell high, non necessariamente in quest'ordine, perché esistono prodotti finanziari equivalenti al vendere allo scoperto (vendi high qualcosa ancor prima di poterlo comprare; e se riesci a comprarlo low entro la scadenza, incassi la differenza, altrimenti incassi una sonora bidonata). Più sono le oscillazioni di prezzo, e più frequentemente si può speculare (motivo per cui da 10 anni c'è tanta gazzarra sulle crypto). Il valore del tuo "portafoglio" può salire e scendere, a te importa solo che non vada sotto una certa soglia (quella che personalmente chiami "povertà"), poco importa se oggi perdi il 35% e domani riguadagni il 20% e dopodomani sei di nuovo in perdita, poco importa che qualcuna (o anche moltissime) transazioni ti vadano in perdita, l'importante è restare a galla quanto basta per speculare ancora, estraendo ricchezza solo quando ti serve a campare. Letteralmente un gioco d'azzardo.

Ovviamente nella giungla di prodotti finanziari sono avvantaggiati i soggetti che a) dispongono di un mucchio di soldi e b) possono operare compravendite velocemente. Il piccolo investitore, nel migliore dei casi, a) dispone di liquidità ma non abbastanza da tentare un colpaccio quando si presenti l'occasione, e b) può operare compravendite in pochi minuti se è connesso a internet col pc/cellulare.

Il guaio è che gli "squali" fanno anche migliaia di compravendite al secondo (c'è gente che ha comprato edifici accanto a Wall Street per ridurre di milionesimi di secondo la durata delle proprie transazioni), e perciò guadagnano anche su oscillazioni irrisorie (comprano a 99,9999 e vendono a 100,0001), mentre per un normale piccolo investitore è già tanto fare poche decine di transazioni al giorno, ammesso che abbia la pazienza di studiarsele tutte, e che la sua banca consenta tanti movimenti senza insospettirsi e senza bloccarsi. Agli "squali" non interessa mai il sottostante, pertanto investire sulla ricerca contro il cancro e investire in armi illegali e droga, per loro sono la stessa cosa a meno della percentuale di profitti che riescono a macinare a breve, medio e lungo termine (fu il motivo per cui l'Islanda andò in crac finanziario pochi anni fa: una nazione popolosa come Venezia che all'improvviso si ritrova invasa da "squali" finanziari perché le sue minuscole banchette rendevano una percentualina leggermente più alta di quelle delle grosse banche di altri paesi).

Oh, c'è sempre il problema che il vero valore delle aziende quotate in borsa è del tutto indipendente dal valore delle loro azioni. E c'è il problema che le aziende, dietro un altisonante nome di facciata, spesso devono solo tirare a campare, facendo credere che il valore stia crescendo (e che i risultati della propria produzione debbano sembrare grandissimi) solo perché c'è gente che vuol vendere al prezzo più alto possibile per intascare i soldi e scappare (o anche solo limitare le perdite accumulate investendo). Se vuoi migliorare la produzione di un'azienda ("investire sulla ricerca sul cancro") devi trovare il modo di far arrivare i tuoi soldi alla produzione stessa (ai ricercatori sul cancro, cioè quelli motivati a combatterlo), non ai vertici dell'azienda (che potrebbero avere molta meno fretta di te di sconfiggere il cancro), men che meno al mercato azionario/obbligazionario.

TLDR: sappi che sei un ingenuo pesce rosso in una vasca di squali e piranha

 No.87

>>86
>sappi che sei un ingenuo pesce rosso in una vasca di squali e piranha

lo so benissimo, il tuo post sebbene ben intenzionato non ha fatto altro che far salire la mia voglio di olocausto 2.0 stavolta per davvero però.
il mio modesto parere è che l'usura e tutto il cucuzzaro di finanza ad esso associato dovrebbero essere aboliti subito e i beni degli speculatori restituiti ai paesi da cui li hanno saccheggiati, ma siccome non sono nessuno non è questo che mi interessava.
vuoi saperla tutta? se già non l'avevi capito volevo sapere se c'era un modo "aum aum" in cui potevo approfittare del boom di malati di cancro che quasi certamente comporrà una larga fetta dei sierati al grafene nel futuro prossimo.
qualcosa di semplice che pure un ignorante come me poteva fare senza attrarre l'attenzione di nessuno, cifre piccolissime per approfittare della situazione dopo due anni di persecuzioni subite e sfighe abissali.

 No.88

>>87
Ahinoi, in un mondo ideale dovrebbe essere proibito commerciare prodotti virtuali (azioni, NFT, lootbox, credito telefonico che a fine mese perdi quel che non hai sfruttato…) ma questo mondo è tutto fuorché ideale e basta avere abbastanza soldi (neanche tanti) per letteralmente comprarti il favore di politici e personaggi vari.

Non è affatto una scoperta recente il fatto che si possa lucrare parecchio sulle debolezze altrui, illegali (prostituzione, droga…) o legali (alcool, malattie, prodotti per gli animali domestici, tecnologie al servizio della vanità come le cuffie gaming rosa con le orecchie da gatto…) e ovviamente c'è gente che ne fa un'ossessione per tutta una vita (spesso facendo il botto perché un singolo errore di valutazione è stato sufficiente ad azzerare tutte le fatiche di una vita; come ad esempio il caso di Bizonacci che si fece scammare pesantissimo da una shitcoin che sembrava molto promettente e si suicidò).

 No.89

>>88
Quindi?
>>88
Insomma, non si può fare?
Solo gl squali possono fare i soldi?
Per esempio, se qualcuno a inizio 2020 ha investito nelle azioni di Pfizer, cosa ne è stato dei suoi investimenti nel 2021?

 No.90

>>89
Quindi sappi che vige sempre il proverbio: un coglione e la sua ricchezza sono sempre velocissimi a separarsi.

Di questi tempi l'unico vero investimento è quello su sé stessi (cosa che purtroppo richiede molto più forza di volontà che soldi): tenersi in forma (senza rinviare cure/operazioni, a costo di farle a pagamento), aggiungere righe serie al proprio curriculum (fare corsi apparentemente imbecilli - saldatore, sommelier, ecc. - e imparare benino qualche lingua bislacca - russo, cinese, coreano, ecc.), vivere in una casa pulita e con tutta la manutenzione fatta puntuale (più il solito set di resilienza: scorte di acqua e viveri per almeno 2 o 3 settimane, pannelli solari e un minimo di batterie accumulo per evitare di andare in tilt in caso di blackout di parecchie ore o di qualche giorno), ecc.

Tutti questi casi, essendo soldi regolarmente "spesi" per buone ragioni, non creeranno paranoie (ludopatie, progettoni esagerati da rockfellerino in erba, vizi costosi perché ci si annoia, e soprattutto patetici tentativi di giocare a fare il finanziere di Uol Strit).

E non creeranno il tipico coglione carico di soldi ma che fa una vita un po' merdosa perché terrorizzato dal futuro remoto.

 No.91

>>89
Dopo gli scandali vaccinali, le azioni dei vari Moderna Pfizer ecc. sono crollate parecchio.

Occorreva comprare nel 2019 e vendere subito dopo la campagna vaccinale. Ma occorreva essere complottisti d'alto livello paranoico per imbroccare entrambi i momenti.

E occorreva anche essere abbastanza ricchi in partenza. Ché se il tuo capitale "a perdere" è di mille euro e lo fai diventare diecimila, non ti ci compri neanche la macchina nuova. Se invece potevi permetterti di perdere 90k e lo fai diventare 900k, potevi letteralmente lasciare il lavoro e ritirarti a vita privata e campare di rendita. (30k l'anno per 30 anni = 900k).

 No.92

File: 1661174988335.png (50.27 KB, 720x698, 1661169952249274.png)

>>91
>Ché se il tuo capitale "a perdere" è di mille euro e lo fai diventare diecimila, non ti ci compri neanche la macchina nuova. Se invece potevi permetterti di perdere 90k e lo fai diventare 900k bla bla

Non sono un ebreo di merda, guadagnare 10k da mille sarebbe già una cifra da capogiro per una persona qualunque, smettila di ragionare da lupo di wall street de noantri, cosa che non è il mio obiettivo.

>occorreva essere complottisti d'alto livello paranoico


nessun complotto, è tutto reale, pic relatissima

>>90
post off topic che non ha nulla a che fare con le informazioni che mi servono, tra l'altro implichi che a quelle robe io non abbia già pensato.

 No.93

>>88
>dovrebbe essere proibito commerciare prodotti virtuali
>azioni
ma ammazzati.
Le azioni sono una cosa concretissima, ovvero parte della proprietà di un'azienda.
Paragonarli a NFT, lootbox, e credito del telefonino non ha senso, andresti menato.
In generale sono concreti tutti i prodotti finanziari, basta capire di cosa si tratta, cosa non sempre semplice perché gli economisti hanno una cultura di merda e parlano complicato in modo da sentirsi veri scienziati™. Un sacco di strumenti in apparenza complicati sono semplicissimi da capire se trovi un umano normale che te li spiega.
>>89
>Per esempio, se qualcuno a inizio 2020 ha investito nelle azioni di Pfizer, cosa ne è stato dei suoi investimenti nel 2021?
Basta guardare il grafico. Facciamo finta che compri a Giugno 2020 a 30$. Vendi a Novembre 2021 a 48$. Guadagni 18$. Ci sono commissioni da dare alla piattaforma dove hai comprato e venduto le azioni, le tasse da pagare, ma funziona in questa semplicissima maniera.
Alcune aziende distribuiscono dividendi, ovvero pagano gli azionisti invece di reinvestire i guadagni.
Per comprare e vendere azioni basta che ti iscrivi ad una piattaforma di trading e ci metti i soldi. Importante che tu sappia cosa significano i vari termini, sennò fai danni.

Il senso della borsa per gli umani normali è quello di mettere i risparmi in beni che mantengono il valore con il tempo.
Devi sapere infatti che i soldi che usiamo, euro, dollari, ecc non sono legati a niente, vengono creati a piacere dalle banche centrali.
Quando dico "a piacere" non è un'esagerazione. Questo significa che il loro valore diminuisce sempre, quindi se hai troppi soldi da parte, perderanno valore.
Ci sono dei fondi che fanno questo lavoro per te e offrono anche parziali garanzie. Ovviamente è tutto un magnamagna in cui interviene lo Stato, ma in generale i concetti sono reali e concretissimi.

Ovviamente se sai che un'azienda è destinata ad arricchirsi, ti compri le azioni. Es. se compravi le azioni apple prima che inventassero l'ipod e le vendevi oggi guadagnavi 100 volte l'investimento.

Quello che fa la finanza quando non c'è l'intervento diretto dello Stato, quindi non nella nostra epoca, è molto utile e importante per garantire prosperità materiale.

Non so cosa vuoi fare esattamente. Se vuoi comprare le azioni di aziende anti-cancro perché hai la sensazione che ci saranno nuove cure miracolose o tanti cancri, impara i termini tecnici (cosa non facile visto che ci sono pure tanti che mischiano spiegazioni con una sorta di cartomanzia del trading) tanto quanto basta a non fare danni al momento di acquisto e vendita, e poi agisci.

Se vuoi capire perché esiste tutto l'ambaradan, devi studiare economia ed è roba molto più lunga di quello che pensi (ps. i laureati in economia non studiano economia).

 No.94

File: 1661433972220-0.png (237.17 KB, 1303x438, 1661262715583264.png)

File: 1661433972220-1.jpg (112.37 KB, 1274x950, 1661256444097819.jpg)

>>93
Grazie anon, il tuo post è già più utile e molto più chiaro degli altri.
Comunque in maniera molto spiccia vorrei speculare su una intuizione di alcuni che io convidivido.
Non mi interessa studiare la finanza o diventare un esperto, non mi interessano le criptomonete nè perdermi nei meandri di prodotti finanziari che non capirò mai.
L'intuizione in oggetto è questa: io ritengo che nei prossimi 5-10 anni la quantità di persone che si ammalerà di cancro sarà altissima, pertanto società farmaceutiche e governi (qualunque essi saranno) saranno rivolti a spendere soldi in quel campo.
Qui vorrei accodarmi parassiticamente facendo piccoli investimenti coi miei piccoli risparmi, e guadagnarci.
Volevo capire fattualmente come si fa, tutto qui.

 No.95

File: 1661434620998.jpg (66.67 KB, 573x574, soy.jpg)

>>93
e pazienza, oggi scrivo anch'io un Mucho Texto.

1) nessun prodotto finanziario è concreto, nemmeno le azioni.
FORSE - dicasi FORSE - diventa concreto quando hai un grossissimo numero di azioni, cioè sei un grosso investitore, e vai all'assemblea degli azionisti a fare la voce grossa, e ti credono proporzionalmente alla tua possibilità di vendere in perdita (cioè di far perdere anche loro) e in assenza di contromisure per fregarti.

2) l'unica vera differenza fra gli NFT e le azioni, è che queste ultime sono un pochino più regolamentate. Ma è un regolamento che è un'arma a doppio taglio. Un coglione come Musk, per esempio, può mettere in grossi casini Twitter semplicemente comprando, o vendendo, o annunciando di voler comprare e vendere.
Tu no, al massimo puoi fare un retweet.
Se non hai una grossa montagna di soldi molto grossa, per te NFT e azioni hanno un'unica differenza: che gli NFT non li puoi comprare tramite la tua banca. (PER ADESSO)

3) la gente (sia i RICCHI che i POVERY) investe in azioni e prodotti finanziari perché spera di arricchirsi (o ha bisogno di fare STRANI GIRI per sfuggire ad altre cose). esistono molti altri bene che conservano grosso modo il loro valore senza brutte sorprese (esempio: mercato immobiliare).

riepilogando:
>i prodotti finanziari (inclusa la merda come crypto e NFT) sono aria fritta, pura speculazione, fatta solo per arricchirsi (o per nascondere ricchezza).
>inoltre sono roba che può funzionare solo in mano ai ricchi, perché sotto le sei-sette cifre di guadagno, non ti svolta la vita

 No.96

>>94
devi aprire un conto trading con chi offre questo servizio. Esempio fineco, banca sella, etoro, ecc
Tariffe e condizioni variano, quindi devi guardarle tu.

Il problema della tua idea è che il motivo per cui un'azione cresce o scende di valore non è sempre ovvio e lineare. L'esempio Apple che ho fatto è facile e lineare: Apple ha inventato l'ipod e poi l'iphone e ha guadagnato bazilioni, quindi il valore dell'azione è cresciuto.
Magari per le case farmaceutiche e i cancri possono verificarsi condizioni più complicate. Anche scegliere le case farmaceutiche giuste non è così ovvio.
Alla fine la valutazione la devi fare tu. Ogni investimento, dalle carte dei pokemon alle azioni, comporta un rischio.

Comunque gli strumenti principali non sono troppo difficili da capire, e sono i seguenti:
>azioni (stock): ti compri un pezzettino di azienda. Potresti guadagnare quando vendi le azioni o con i dividendi.
>obbligazioni (bond): praticamente fai i prestiti alle aziende e ti pagano gli interessi. Il vantaggio è che rischi di non essere pagato solo se l'azienda fallisce completamente e non ha proprietà da vendere
>futures: in genere fai un contratto per comprare (o vendere) un bene ad un determinato prezzo nel futuro. Per esempio se pensi che il petrolio, per esempio, fra 1 mese costerà 5000$ al barile, puoi promettere adesso di comprarlo a 500$ al barile e guadagnarci perché hai pagato 500 una cosa che al momento vale 5000
>shortare: praticamente se pensi che il prezzo di un'azione crollerà, ti fai prestare l'azione, la vendi subito e la ricompri in futuro a prezzo ribassato, restituendola. Il problema è che se l'azione aumenta di valore puoi perdere in teoria infiniti soldi mentre il guadagno è limitato a quanto valore può perdere l'azione
>leva: praticamente ti fai un prestito per comprare più di quanto ti puoi permettere. Ovviamente essendo un prestito rischi di essere inculato a sangue
Questa è la spiegazione base, poi ci sono regole che complicano il tutto ma comunque le fondamenta sono queste.

Insomma le cose più sicure sono azioni e bond comprate senza leva perché sai quanto puoi perdere.

 No.97

>>95
>la gente (sia i RICCHI che i POVERY) investe in azioni e prodotti finanziari perché spera di arricchirsi (o ha bisogno di fare STRANI GIRI per sfuggire ad altre cose). esistono molti altri bene che conservano grosso modo il loro valore senza brutte sorprese (esempio: mercato immobiliare).
Guarda che è strapieno di persone che usano la finanza per cercare di conservare il valore dei propri soldi nel tempo. Da notare che poiché il valore degli euro scende sempre per design, il prezzo in euro dell'azione deve sempre salire per esserci conservazione, quindi non è una vittoria avere un'azione cui prezzo resta stabile, ed è normale cercare sempre un minimo di "guadagno".
I poveri magari fanno cose più rischiose, non saprei, ma se è così è un problema loro mica degli strumenti.
Poi possiamo parlare di imbrogli, stranezze e interventi statali, ma non mi sembra che né io e né tu siamo attrezzati per farlo.
Però la finanza è una roba concretissima.

Prendi per esempio i futures: se io so che mi compreranno il grano ad almeno X$ al chilo fra 1 anno, allora sono incentivato a piantarlo. Se c'è incertezza sul prezzo potrei non piantare il grano. Questo è un banale esempio di come i futures hanno un effetto concreto.
Similmente con i bond le aziende possono ottenere capitale da investire.

>NFT e azioni

se compri un NFT che poi vendi e ci guadagni, tanto meglio per te. Io preferirei le azioni perché almeno ci sono degli omini che provano a produrre cose desiderate dagli altri, e mi sembra più sicuro e concreto, ma ovvimante anche l'NFT può essere una fonte di guadagno anche se a mio avviso molto vaga.
I lootbox sono una scommessa. Come comprare un pacchetto di figurine o giocare al superenalotto, si basa tutto sulla fortuna, a meno che non sai qualcosa di come è programmato il gioco.
Il credito telefonico che scade, roba che non ho mai visto, ipotizzo esista per questo motivo: l'azienda telefonica ha la certezza che dovrà offrirti quel servizio solo per un tot di tempo e tu ricevi probabilmente, ma non necessariamente, un prezzo più basso che se comprassi il credito man mano. Quindi anche questa è una roba concreta.

Insomma a me sembra che sperghi contro la finanza, e non solo, senza sapere perché esiste. Va benissimo spergare contro chi partecipa a queste robe, perché effettivamente diversi fanno brogli e cose strane senza pagare il conto, ma non puoi venirmi a dire che azioni e simili non sono robe concrete perché non è vero.

 No.98

File: 1661522655488.png (324.63 KB, 1066x632, 1661494544693486.png)

>>96
Beh, in base alla mia convinzione, tu quale strumento mi consiglieresti?

 No.99

>>98
non saprei consigliarti e diffida pure di chi ti consiglia troppo apertamente cose specifiche. Non tanto per la truffa, ma perché molti ci credono davvero ma hanno la tua stessa capacità di predire il futuro cioè una roba prossima allo zero.
Dovresti conoscere il settore e poi decidere cosa fare perché ci sono infinite cose che possono succedere.
Magari un'azienda sta per concludere un trail clinico strafigo che rivoluziona tutto e allora punti su quella.
Magari una molecola usata in molte cure anti-cancro è prodotta solo da un'azienda X, ma sai che c'è solo un'altra azienda Y, sottovalutata, che può iniziarne la produzione se la richiesta aumenta e allora punti su azienda Y. Il valore di X non varierà molto magari, mentre quello di Y varierà di molto in positivo.
Magari sai che per una terapia molto usata serve un materiale raro, allora lo compri adesso usando i futures e te lo ritrovi tra i piedi quando il prezzo sarà salito.
Magari sai che l'azienda Z fa sempre contratti con un determinato governo e che quindi farà contratto per somministrare millemila cure anti-cancro appena si scopre che stanno aumentando.

Insomma l'unico modo per sapere cosa fare è sapere dove sta l'opportunità.

 No.100

File: 1661710126276.jpg (61.68 KB, 636x733, 1661706229820638.jpg)

>>99
Per esempio se volessi investire nei prodotti in pic relata, che dovrei fare?

 No.101

File: 1662304558077.jpg (329.77 KB, 1200x865, youarehere.jpg)

>>100

AstraZecca sta per fallire e per tentare di salvarsi compra piccole compagnie per trattamenti anticancro e cardiovascolari… cioè per gli effetti del vaccino anticovid.

 No.102

>>101
Appunto.
Sanno dove andare a sifonare altri profitti adesso, vorrei unirmi discretamente al treno anche io.

 No.103




[Post a Reply]
Elimina post [ ]

[Nuova risposta]
Vai in cima ] [ Torna ] [ Catalogo ]